Cerca

La certificazione di agibilità degli edifici terza parte

OBBLIGO DI CONSEGUIRE L’AGIBILITA’



L’agibilità è obbligatoria per i seguenti interventi:

1. Nuove costruzioni;

2. Ricostruzioni o sopraelevazioni, totali o parziali;

3. Interventi sugli edifici esistenti che possano influire sulle condizioni di cui sopra (art. 24, D.P.R. 380/2001).

la norma non richiama le definizioni dettate dall’art. 3 del D.P.R. 380/2001, se non quella di “nuova costruzione”. Si devono pertanto ritenere soggetti all’obbligo di segnalazione certificata di agibilità anche i casi non soggetti a permesso di costruire ma che incidono sulle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati (ad esempio una ristrutturazione che modifica le altezze o le dimensioni del rapporto finestra e superficie). Poiché tali condizioni sono peraltro valutate “secondo quanto dispone la normativa vigente” è da ritenere che il certificato di agibilità non sia necessario quando non siano alterati i valori che secondo la normativa vigente identificano le condizioni di sicurezza, igiene, salubrità e risparmio energetico.

Campo di applicazione

L’istituto dell’agibilità è applicabile a qualsiasi tipologia di edificio. L’onere di conseguire l’agibilità è tuttavia escluso per quei manufatti edilizi per i quali non sia prevista la frequentazione da parte di persone.

E’ inoltre esclusa l’applicazione della disciplina del Testo unico dell’edilizia agli immobili preesistenti alla data di entrata in vigore del medesimo fermo restando che:

- Essi erano soggetti alle precedenti norme statali e comunali in tema di abitabilità ed agibilità, se successivi al 1934, nonché a quelle comunali se costruiti prima del 1934,

- La disciplina in parola è tuttavia applicabile anche agli immobili preesistenti all’entrata in vigore del Testo unico nel caso di interventi edilizi sui medesimi che ne modifichino le condizioni di sicurezza, salute, risparmio energetico.

Agibilità parziale

Ai fini dell’agibilità, la segnalazione certificata può riguardare anche:

1. Singoli edifici o singole porzioni della costruzione, purché funzionalmente autonomi, qualora siano state realizzate e collaudate le opere di urbanizzazione primaria relative all’intero intervento edilizio e siano state completate e collaudate le parti strutturali connesse, nonché collaudati e certificati gli impianti relativi alle parti comuni;

2. Singole unità immobiliari, purché siano completate e collaudate le opere strutturali connesse, siano certificati gli impianti e siano completate le parti comuni e le opere di urbanizzazione primaria dichiarate funzionali rispetto all’edificio oggetto di agibilità parziale.

  INFO 

Tel   02 349 42 02

Email   f.decaprio@santateclaproject.com

  CONTATTACI 

Via Emanuele Filiberto, 14

20149 Milano