Cerca

La firma dell’architetto italiano Carlo Ratti arriva a Singapore.

Iconica torre green del 2021 nella città asiatica.

Firmata la prima collaborazione tra lo studio di Bjarke Ingels e quello di Carlo Ratti: un’iconica torre in cui centrali saranno il verde e le dotazioni digitali e tecnologiche.

Singapore continua a crescere. Entro gli inizi del 2021, nel pieno del Central Business District, dovrebbe sorgere un nuovo grattacielo firmato tra Bjarke Ingels Group

e Carlo Ratti. Il nuovo edificio sarà destinato ad essere uno dei grattacieli più alti della città asiatica. I 51 piani si suddivideranno in residenziali, commerciali e terziari.

I primi otto piani saranno destinati alla realizzazione di 299 spazi abitativi affiancati da aree comuni e servizi collettivi. Gli ultimi 29 piani, panoramici, sono invece pensati per la realizzazione di spazi per uffici. Alla base della torre è previsto

un podio multipiano in cui saranno infine realizzati gli spazi per negozi e ristoranti.

All’ingresso del complesso, ogni funzione avrà la sua entrata dedicata, e separata dalle altre, introdotta dalla City Room, un grande spazio alto 19 m che,

occupando la base della torre, è circondata da un’area pubblica con parco

e giardino destinata anche a ospitare eventi o installazioni artistiche.

La nuova torre fonde i filoni di ricerca e l’approccio al progetto caratteristico

dei due studi proponenti. Da una parte, avrà infatti elevate dotazioni tecnologiche

e sarà fortemente permeata di digitale, segno distintivo degli interventi dello studio di Torino. Gli uffici, nello specifico, porteranno un’ulteriore evoluzione al concetto

di Ufficio 3.0 che ha già preso forma a Torino, sebbene proporzionalmente

più piccolo, nel progetto di rinnovamento della Fondazione Agnelli.

Dall’altra sarà un edificio fortemente iconico, che, come tutti i progetti firmati

dallo studio danese, si distinguerà all’interno del popolato e alto panorama cittadino grazie a un involucro esterno di acciaio e vetro disegnato da lunghe barre verticali di metallo bianco che correranno parallele su tutte le facce del volume esterno, aprendosi in corrispondenza della presenza di grandi aree verdi.

Il lavoro e l’esperienza di questi due mondi daranno vita a un grattacielo green:

una foresta tropicale di 280 metri mixata a un’intelligenza artificiale.

  INFO 

Tel   02 349 42 02

Email   f.decaprio@santateclaproject.com

  CONTATTACI 

Via Emanuele Filiberto, 14

20149 Milano